Disma Rotating Header Image

elezioni amministrative 2011

La vittoria migliore

Stavo pensando che sinceramente non ricordo un altro momento come questo, politicamente parlando. Nel senso che nel, cos’era ’96 mi sembra, quando vinse L’Ulivo, ero sceso in piazza a festeggiare tutto contento. Poi in piazza c’erano gente che avevano la bandiera della DC, quelli che fino al giorno prima erano i nostri nemici numero uno. Oggi per la prima volta sento una vittoria di sinistra, vera e concreta. Ovviamente parlo del primo turno, se poi ce la prendiamo in culo al ballottaggio almeno ho avuto qualcosa per festeggiare.

Condividi please

Alla fine il mio voto

Ha seguito il flusso della storia, della mia storia, non di quella collettiva. Quindi bene o male, ho votato chi dovevo votare per tutta una questione di coerenza, incoerenza, continuità, discontinuità, ideologia e mica ideologia. La cosa è maturata sul finir della grappa. Mica la mia, quella che avevano avanzato gli altri e che sono andato a scolare dal bicchiere abbandonato. Comunque bene. L’importante è tenere botta. Hasta Siempre. Sto cazzo.

PS ovviamente non è vero, il voto è stato maturato in seguito a un lungo ragionamento, era così per dire, per fare il giovane, lo splendido, il castigamatti.

Condividi please

Letizia Moratti: Io credo che uno dice una cosa nel momento in cui si sente di dire una determinata cosa

Parole di Letizia, testuali. Non fa una grinza. Dirò di più, e lo dirò in virtù del fatto che in questo momento mi sento di dire questa cosa in più: io credo che uno non dice una cosa nel momento in cui non si sente di dire una determinata cosa. E ditemi che sbaglio se ne avete il coraggio.

Grazie Letizia (il comunicato completo che si conclude con quella frase, lo trovate nella sezione news del suo sito, che non linko)

PS e soprattutto grazie a Teo Salamella Rossa che me l’ha segnalata

Condividi please