Disma Rotating Header Image

disma

C’è Disma e D.I.S.M.A.

Tipo che da piccolo avevo una spilla del Disma, nel senso del D.I.S.M.A., e la mettevo al bavero del mio piccolo eskimo fingendo con tutti che invece era una spilla del Disma, nel senso del Disma mia. E la gente veniva lì e mi diceva, ma davvero te che sei così piccolino c’hai una spilla così bella col tuo nome e io che sono così grande mica ce l’ho? Io dicevo che sì, che avevo una spilla così bella col mio nome, una spilla tutta colorata, mica di quelle da due lire, e poi dicevo che mi facevano arrossire se insistevano con tutti quei complimenti per la mia bella spilla. Allora loro smettevano e io ridevo sotto i baffi, anche se all’epoca mi chiedevo che cosa volesse dire ridere sotto i baffi. Quella spilla lì l’ho indossata fino ad un giorno che uno grande, uno di quelli che forse, chi lo sa, adesso non c’è più che già all’epoca era grande, venne lì e mi disse che lui lo sapeva che quella spilla lì non era mica mia, ma che era la spilla di una manifestazione dell’industria musicale e che dovevo smetterla di farmi bello con le spille degli altri. Ecco, lì per lì ci rimasi molto male, in seguito con grande freddezza, per evitare lo scherno e le accuse dei grandi, decisi che non avrei mai più indossato la spilla del Disma, nel senso di D.I.S.M.A.. Poi una volta la indossai di nuovo, ma questa è un’altra storia.

PS ah già, oggi il Disma fa un summit a Bologna, il Disma D.I.S.M.A., mica il Disma io, che ai summit a me mica mi invitano neanche

Condividi please

Al primo fottutissimo colpo

E’ da quando sono piccolo che mi trascino dietro l’incubo del mio nome, Disma. Mica che non mi piace eh, sennò mica ci avrei chiamato così pure un blog. No, il problema è un altro, il problema è che tutti da trentacinque anni a questa parte mi fanno le stesse tre domande a cui io non ho voglia di rispondere e alle quali rispondo di solito con delle balle che ormai hanno preso il sopravvento sulla realtà e sono diventate esse stesse reali. Per un periodo dicevo di chiamarmi Paolo, ma poi mi dimenticavo a chi lo avevo detto. Comunque il mio nome mi piace, mica mi lamento. Ma in trentacinque anni ieri, o l’altro ieri, ma poco importa dato che questo post potrei averlo schedulato un anno fa, dicevo ieri o l’altro ieri per la prima volta in vita mia ho parlato con uno che al primo fottutissimo colpo, un secondo dopo che ho detto di chiamarmi Disma, lui mi ha detto ‘Ah, il buon ladrone!’. Non avete idea della soddisfazione. Della gioia di non dover ripetere D come Domodossola I come Imola S come Savona M come Milano A come Ancona. Che è la prima fase. La seconda fase è il come mai i tuoi genitori ti hanno chiamato così. La seconda fase ha a sua volta varie diramazioni, la principale è ‘ma che nome è, è un nome italiano?’. Nella fase successiva ci sono i più colti che contestano il fatto che il tizio in croce si chiamasse Disma. Poi ci sono i commenti, poi, se il tizio in croce di fianco al mio omonimo vuole, la cosa finisce lì. Ecco, dicevo che per incontrare uno che sapesse tutto per filo e per segno ho dovuto aspettare trentacinque anni e parlare con un tizio che di lavoro fa i paramenti sacri per il Papa. No, giusto per dire, che non è mica una cosa così scontata che uno in vita parla con quello che fa i paramenti sacri del Papa.

Condividi please

Sostituzione di consonante

Grazie, anche a te.

Condividi please

Sesso con poni: le immagini esclusive!

Sesso con pony, nella sua dicitura corretta, e sesso con poni, continuano a coesistere in armonia. L’intramontabile ‘cose divertenti da fare‘ resta tra i top search così come ‘iniziali sulla camicia‘. Dio Google (questa verrebbe ritenuta bestemmia al Grande Fratello?) ci spiega quello che davvero interessa alla gente: scopare con quadrupedi nani indossando abiti griffati, che poi non è altro che una cosa divertente da fare mentre si fa zapping tra Coliandro, Canale 5 e una puntata di Lost. Il tutto mentre si viene immortalati in un video orribile da un prete shintoista che conosce il linguaggio Morse.

Condividi please

Lobby Disma #2

Avete un archivio da archiviare? Un catalogo da catalogare? Una biblioteca da bibliotecare? Non c’è problema! C’è Disma archivio e catalogazioni! Se la mia biblioteca non fosse limitata a Capitan America, One Piece e Inu Yasha, probabilmente avrei già preso l’occasione al volo e li avrei chiamati! Presto, questo è un lavoro per Disma!

Condividi please

D come Domodossola…

2937311963_e0df98f36c

E’ la frustrante e noiosa situazione in cui si trovano tutti quelli come me, con nomi strani. Una rottura di coglioni che mi accompagna da tutta la vita e che non terminerà mai.

Al telefono, quando si conosce qualche persona, quando si deve andare a fare un documento oppure in banca o a qualsiasi altro sportello. Alla domanda come si chiama, io non dico più Disma Pestalozza. Parto direttamente con lo spelling.

Aggiungeteci che di secondo nome mi chiamo Dylan e di cognome Pestalozza, che non è proprio semplicissimo. Alla fine di solito vengono fuori cose del tipo Isma, Disman, Bisma; Dailan, Dilian (sulla bolletta del gas); Testalozza, Pestalozzi, Festalotta. Per questo, se mai avrò un figlio (e non l’avrò), per vendicarmi lo chiamero Gitroplaudo Trampoleade Sperticchioni Pestalozza.

Foto | Flickr

Condividi please