Disma Rotating Header Image

berlusconi

Really scared

Sta cosa qui mi spaventa, ma non per la cosa in sé quanto per l’utilizzo del marketing. E, tra parentesi, questo maketing qui del cliffhanger utilizzato in politica è proprio una spiaggia che non è nemmeno l’ultima, di più. E’ una spiaggia che nemmeno dei cazzo di ficchettoni con i sandali, i piedi sporchi, un sacchetto pieno di mele e pesche, dei foulard psichedelici autoprodotti, un nastro di cuoio come braccialetto, un tatuaggio a forma di Om (il coso indiano che noi associamo al cylum, boom alek) sulla mano (tra il pollice e l’indice), dei figli che giocano con l’incenso invece che con la playstation e degli occhiali con la montatura tonda ci vanno, in quella spiaggia lì. E si sa che ai fricchettoni con i sandali, i piedi sporchi, un sacchetto pieno di mele e pesche, dei foulard psichedelici autoprodotti, un nastro di cuoio come braccialetto, un tatuaggio a forma di Om (il coso indiano che noi associamo al cylum, boom alek) sulla mano (tra il pollice e l’indice), dei figli che giocano con l’incenso invece che con la playstation e degli occhiali con la montatura tonda, le spiagge di merda piacciono un casino. Quelle sono spiagge di merda non in quanto tali, ma in quanto pieni di cazzo di fricchettoni con i sandali, i piedi sporchi, un sacchetto pieno di mele e pesche, dei foulard psichedelici autoprodotti, un nastro di cuoio come braccialetto, un tatuaggio a forma di Om (il coso indiano che noi associamo al cylum, boom alek) sulla mano (tra il pollice e l’indice), dei figli che giocano con l’incenso invece che con la playstation e degli occhiali con la montatura tonda. Ecco, dicevo, questa mossa qui di Berlusconi va addirittura oltre l’ultima spiagga dei fricchettoni con i sandali, i piedi sporchi, un sacchetto pieno di mele e pesche, dei foulard psichedelici autoprodotti, un nastro di cuoio come braccialetto, un tatuaggio a forma di Om (il coso indiano che noi associamo al cylum, boom alek) sulla mano (tra il pollice e l’indice), dei figli che giocano incenso invece di playstation e degli occhiali con la montatura tonda.

Condividi please

E dopo Berlusconi, una ventata di novità!

E che novità. Già: Rutelli, Casini, Bocchino. Pure Napolitano. Basta vedere quei sorrisi per ottenere l’effetto smorzacazzo, semmai ieri vi foste eccitati all’atto delle dimissioni.

Condividi please

Pensavo che sarei stato più contento

Invece non la sto sentendo mica così tanto mia sta cosa qua che si è dimesso. Non mi viene da festeggiare, sarà che difficilmente gioisco per qualcosa ma boh, secondo me non cambia nulla finché non lo dicono le urne. Che poi è meglio dire che si è un po’ dimesso, oltre ad esserlo, un po’ dimesso dico, viste le condizioni che ha posto e i numeri in parlamento.

Condividi please

La lista personale di Berlusconi

Negli ultimi tempi gira voce che Silvio Berlusconi abbia intenzione di mettere in piedi una lista personale, dopo il PDL. Per le prossime elezioni. Cosa che lui per altro ha smentito. La cosa che non capisco è dove sta la notizia e che tipo di differenza ci possa essere tra una lista personale e il PDL. In entrambi i casi tutto ruota intorno a lui. Lui decide le liste e pure sul simbolo PDL c’è scritto Berlusconi in grosso. Boh.

Condividi please

Berlusconi in weeds

Nel senso del telefilm. Nell’ultimo episodio lo citano, uno sembra che si è fatto fare una cosa al suo coso da una tizia e l’altro tipo gli chiede se si è fatto fare la cosa. Quello lì dice che non è come sembra, l’altro tizio, quello che ha chiesto se si è fatto fare una cosa al coso, dice che quella roba lì che non è come sembra l’ha già sentita da Clinton, Berlusconi, Eliot Spitzer.

Condividi please

E se che no

Non gli chiedete più di dimettersi? Che palle le solite uscite da riflesso automatico. Davanti a una data situazione, ogni volta, le stesse dichiarazioni. Non ha importanza che abbiano senso o meno, è solo suono che esce dalle bocche, entra nelle orecchie, passando per i giornali, senza produrre nulla. Che noia.

Condividi please

Oddio

Travaglio è l’unico che sta dicendo quello che dico io. Cioè che non ha senso che il PDL si dissoci da Lassini, come ha fatto anche alla Camera, quando le cose che gli vengono attribuite sono state già dette da Berlusconi ma da lui nessuno si dissocia all’interno del PDL. O almeno, fino ad ora, non ho sentito altri dire sta cosa, poi magari me la sono persa.

Condividi please