Disma Rotating Header Image

Ma le chiese a chi sono intestate?

Stavo pensando alla cosa dell’IMU per la Chiesa, e mi è venuto in mente che non so a chi sono intestate. Tipo a una società del Vaticano, la stessa che le possiede tutte, pure Arcivescovadi e via dicendo? Oppure proprio allo Stato Vaticano. O tipo, che ne so, ai discendenti di San Pietro o al Papa. Come funziona?

Condividi please

12 Comments

  1. Ivan says:

    Me lo chiedevo anch’io..

  2. Disma says:

    avevo il sospetto…

  3. mattia says:

    Le chiese parrocchiali sono proprietà delle parrocchie che hanno personalità giuridica, tanto che quando una parrocchia viene soppressa (per congiungerla con un’altra) il ministero dell’interno ne deve dare comunicazione in gazzetta ufficiale, specificando a chi vanno i beni (di solito alla diocesi che poi li trasferisce all’altra parrocchia). Lo stesso per le chiese di ordini religiosi, tipo quelle dei francescani. Dopo tutto una parrocchia o un ordine religioso hanno personalità giuridica come tanti altri raggruppamenti di persone: associazioni, partiti, polisportive… E ognuna di queste può possedere beni.
    Colgo l’occasione per rimarcare che il Vaticano non c’entra una mazza. Tutti i rapporti stato-chiesa che non siano i rapporti diplomatici tra due stati qualunque, passano per i vescovi, ossia la CEI. L’8 per mille non va al Vaticano, va alla CEI. Gli insegnanti di religione non li sceglie il Vaticano, ma il vescovo. Fai conto che la CEI è la divisione italiana della Chiesa mentre il Vaticano è la holding che tiene insieme tutte le conferenze episcopali del mondo. Quindi in Italia la personalità giuridica della Chiesa si manifesta tramite la CEI e localmente tramite i vescovi. Il Vaticano non ha nulla a che vedere con l’italia

  4. mattia says:

    Comunque, non è una domanda scema. A Praga la diocesi e la presidenza della Rep. lottano da vent’anni per la proprietà della cattedrale. Ora è della diocesi ma la presidenza della Rep. dice che fa parte del castello e quindi è dello stato. Ovviamente l’interesse sono i biglietti d’ingresso alle zone dove si paga e i diritti d’immagine, che vanno al proprietario.

  5. Disma says:

    ma perché non c’è un unico ente che detiene la proprietà di tutte le chiese, cioé invece di avere ogni parrocchia con personalità giuridica perché la CEI o chi per essa non è ‘padrona’ di tutte le chiese? E le varie parrocchie hanno amministratori ecc? La cosa di Praga l’avevo sentita, ne avevano parlato i quotidiani per un peiodo, abbastanza bizzarra. Ma scusa e le cappelle consacrate, tipo dentro altri luoghi (ospedali e via dicendo, sono posti in affitto alle chiese o sono messi a disposizione? hai i dea di come funzioni?)

  6. mattia says:

    L’amministratore della parrocchia è il parroco. È lui che ha il potere di firma (per cui rappresenta la parrocchia in tutti gli atti legali, tipo atti notarili, acquisti di beni o servizi).
    Sul perché non c’è un amministratore unico non so, perché dovrebbe esserci? Pensa alla chiesa come un franchising. Di fatto le parrocchie storicamente sono nate perché nel tal paesino la gente tirava su una chiesa, chiamava il prete a dir messa, e poi col tempo quando si ingrandiva chiedevano permesso di costituire una parrocchia. Come se aprissero una nuova filiale. Che però è economicamente autonoma. Così come un comune. Anche il comune ha personalità giuridica e possiede dei beni immobili, ma non ti chiedo perché tutti i beni del comune no appartengono al governo. Per il resto le cappelle degli ospedali o delle altre strutture sono di solito private, appartengono cioè all’ospedale o alla scuola… Una chiesa del mio paese è addirittura di un privato che se la comprò (ma la lascia usare alla parrocchi). In effetti uno una cappella se la può costruire anche in casa. Conosco un tizio che si è fatto una cappella in casa. Tu hai il soggiorno e lui la cappella. Ma non cambia nulla sulla proprietà del vano.

  7. Disma says:

    una da cui facevo servizio civile aveva una specie di grotta di Lourdes in casa, andava sempre a Lourdes a chiedere miracoli

  8. Paolo says:

    … e sei arrivato tu

  9. Disma says:

    vedi te che culo ;)

  10. Lazzaro says:

    Ma se ti fai una cappella in casa… poi paghi meno di ICI?

  11. Disma says:

    no, però non devi pagare l’indulgenza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.