Disma Rotating Header Image

Misfits [spoiler]

Tra la roba vista nelle ultime settimane, resta la cosa migliore, pure senza il personaggio più riuscito che era Nathan e che non c’è più. La new entry è un po’ troppo smaccatamente una toppa schiaffata lì per coprire l’assenza di Nathan, però l’atmosfera, i dialoghi, le facce e le location, sono proprio belle. La storia tende a ripetersi, ma non è quella la cosa bella di Misfits.

PS se vi è piaciuta Charlie, sappiate che è questa tizia qua. Dice che la cosa più grossa che ha fatto è stato uno spot per la Vodafone. A me è rimasta impressa per un’altra cosa, una scena in particolare, sì quella lì che sta andando a preparare i panini

Condividi please

7 Comments

  1. Patfumetto says:

    Ma quindi è ricominciato? Devo riuscire a recuperarlo da qualche parte…

  2. Nasso says:

    Buoooono il bacon, buoooono.

  3. Patfumetto says:

    Non sono neanche riuscita a finire di vedere la prima puntata…(non quella cosa di Las Vegas, la prima vera della terza serie).
    Niente, quello che hanno dato di originale è tutto nella prima e parte della seconda serie, adesso mi sembra tutto girare a vuoto, privo di interesse; e non perchè non c’è più Nathan (il mio preferito, eh), che tanto iniziava a gigioneggiare…

  4. Disma says:

    sì, sono abbastanza d’accordo, a me piace da impazzire l’inglese della truzzona e le situazioni da periferia operaia… però aver inserito dentro la donna degli spot vodafone è anche sintomo di commercializzazione… in quanto alla storia dice ben poco il primo episodio, continua a rigirare sempre sulla stessa vicenda, cmq continuerò a vederlo credo

  5. Patfumetto says:

    La donna degli spot Vodafone? Chi è? Comunque hai ragione, la truzzona vale assolutamente la visione del telefilm (“Che roba è il brunch?…”)

  6. Disma says:

    quella che viene accoltellata, charlie, che pur con il lato b, ma ha lasciato il segno nella serie

  7. Pknet says:

    Non posso che concordare con voi su tutto.
    Lo so, è un commento inutile ma mi hai fatto tornare in mente il momento clou (o cü, se vogliamo dirla in milanese) dell’episodio e non potevo esimermi.
    Ad ogni modo continuerò a vederlo, cercando di non fare paragoni con la prima, insuperabile, stagione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.