Disma Rotating Header Image

Due italiani nello spazio

Vabbé, io quando ho incontrato gli stessi due italiani a Capo Nord, Berlino e Barcellona, gli stessi due, mica ho fatto tutte queste storie. E comunque, il fatto è che pure se vai nello spazio ti capita di incrociare gente che conosci è proprio una cosa che suka.

Condividi please

6 Comments

  1. Clunk says:

    Ma li hai incontrati casualmente oppure ti seguivano e non te ne sei accorto?

  2. Disma says:

    macché, fosse stato che mi seguivano avrebbe avuto anche più senso, e tra l’altro uno dei due veniva a scuola con me, cioé in un’altra classe però

  3. Clunk says:

    A me successe, a Parigi, di proferire in dialetto (piacentino) rivolto ad un’automobilista di passaggio con finestrino aperto. “Ada ca fasia da luc” (guarda che faccia da locco/stupido). L’automobilista rispose in perfetto piacentino “sarà da furb la tua”. Fu divertente.

  4. ossipossi says:

    Tra l’altro, e questo dovrebbero saperlo loro stessi astronauti se hanno studiato il libretto di istruzioni dell’astronave, incontrarsi nello spazio è un cosa assolutamente ovvia, il difficile è incontrarsi nel tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.