Disma Rotating Header Image

Bansky Banksy

L’altro giorno il buon Pilger mi ha fatto notare che avevo scritto sbagliato Bansky che in realtà si scrive Banksy, ora noto su Liquida e su Google che ci sono un botto di blog, testate e siti, che hanno fatto il mio stesso errore. Tutti a scrivere Bansky invece di Banksy e sicuramente non è solo una questione di ignoranza, io ho riguardato la sigla dei Simpson, quella che c’era scritto Banksy e continuavo a leggere Bansky anche dopo che il Pellegrino mi ha corretto. Il Pellegrino e il Pilger, è la stessa cosa detta in due lingue. Credo. Ecco, quindi non so, vorrei il parere di uno che ne sa di linguistica, di lettura, di consonanti, di antropologia e di tutte ‘ste sminchiate qua per capire il motivo per cui noi italiani, gli altri non so, tendiamo a porre la S prima della K e rifiutiamo in automatico la cosa opposta. Sappiatemelo dire che io non lo so.

Condividi please

29 Comments

  1. Ilaria says:

    Io, fino alla penultima riga, ho continuato a leggerli entrambi Bansky pensando che il post senza senso fosse una delle tue burle.

  2. massimo says:

    stesso errore ad esempio per istanbul, molti scrivono istaMbul.
    semplicemente si usa una regola e le sonorita’ che valgono per le parole comuni anche nei nomi propri, che non seguono quelle regole.

  3. Der Pilger says:

    Dio mio che imbarazzo, citato nel post, che rossore.

    Non so perche’ si legga Bansky anche se c’e’ scritto Banksy, forse perche’ siamo cresciuti con “Starsky e Hutch” e non con “Starksy e Hutch”, forse perche’ qualcuno ha ascoltato Tschaikosky e Mussorgsky
    e non Tschaikoksy o Mussorgksy. Sta di fatto che anch’io ho cercato il bastardo su internet per qualche mese e poi ho abbandonato perche’ digitavo il nome sbagliato. Secondo me la spiegazione e’ che il folle sa benissimo di causare confusione e quindi si nasconde meglio.

    Anch’io attendo l’opinione del linguista o del neuroglottologo, ma per il momento mi permetto di citare un articolo (di cui non riesco a trovare il riferimento) dove si diceva che il cervello umano e’ in grado di comprendere le parole anagrammate basta che la prima e l’ultima lettera non vengano toccate.
    Qnidui se io svrico qeutse rgihe agdramnmanado le porale ma tnnedeo fsise la pmira e l’utlima ltrteea si drvboebe criape lo sstseo, cnmofterae?

  4. massimo says:

    cnmofero

  5. LAlessia says:

    Perchè è più facile da dire.

  6. LAlessia says:

    Comunque confermo Pilger, si legge e mi piace tantissimo!

  7. Disma says:

    io con pilger all’inizio avevo una discreta alternanza mentale di consonanti e vocali

  8. Der Pilger says:

    preoccupante.

    senti, guarda cosa ti sei perso con quella scusa banale dell’abbonaggio:

    http://www.muenchenkotzt.de/

    tutta la nobilta’ mondiale riunita sotto gli stessi tendoni.

  9. Disma says:

    minchia che schifo. meno male che c’era l’abbonaggio!!

  10. nad says:

    Io come Ilaria continuavo a guardare i due nomi e per me erano scritti uguali uguali

  11. Disma says:

    pare che allora il mio esperimento sensoriale abbia dato i suoi frutti

  12. Schiaffino says:

    comunque è perchè Banksy si legge con una [x] che nell’alfabeto italiano non esiste; mentre il suono [sk] o [shk] ci è molto più familiare

  13. Disma says:

    però anche auxologico si legge con la x senza problema, non so perché mi è venuta in mente questa parola

  14. Schiaffino says:

    sì, ma non è in ballottaggio “mentale” con un altro suono che ti è più familiare e la grafia non è equivoca

  15. Schiaffino says:

    ah non è come il blog di Cristiano che chi indovina fai i regalini?

  16. Disma says:

    manco per niente! Notoriamente non regalo nulla a nessuno, tutt’al più cerco di elemosinare donazioni su pay pal

  17. am says:

    Io ho insistito mezz’ora dicendo a un mio amico che era Bansky e non Banksy, come lo diceva lui. Poi a casa ho controllato e ho scoperto che avevo torto.

  18. Disma says:

    siamo tutti vittime della nostra glottologia. Non so se questa frase abbia un senso compiuto.

  19. Der Pilger says:

    no non lo ha, e’ perche’ siamo tutti vittime della nostra glottologia.

  20. Der Pilger says:

    non niente e’ solo per dire che ieri su una nota radio milanese e’ andata in onda una trasmissione che inizia per J e finisce per “alla” dedicata a Banksy e per tutto il tempo i conduttori l’hanno chiamato Bansky. Ci tenevo a segnalarlo.
    Aggiungo una sboronata: ai primi di giugno saro’ a londra, proprio nella rat town di banksy e cerchero’ gli ultimi graffiti rimasti. posso vendere le foto qui?
    infine ringrazio la suddetta trasmissione per avermi fatto conoscere “Lino Banksy”, un artista pugliese, un genio assoluto. E’ anche per questo che verso dei bei dobloni di abbonamento alla nota radio milanese.

  21. Disma says:

    secondo te alla suddetta trasmissione chi lo ha fatto conoscere Lino Banksy? :D

  22. Der Pilger says:

    non saprei…il bachi?

  23. Der Pilger says:

    ne sai una piu’ di alvaro vitali…

    ho appena amichettato lino banksy su facebook, vediamo cosa succede.
    quella della signora che solleva il muro e lino banksy che le tocca le terga mi ha fatto piangere di gioia.

  24. Ciao a tutti!

    Proprio oggi ho letto un articolo su REPUBBLICA che sia nel titolo che nel testo usava sempre BanSKy, e non BanKSy come invece dovrebbe essere.
    Scrivo dal Canton Ticino, Svizzera, e fino a prima di ritrovarmi l’errore su una testata italiana ero convinto si trattasse di un francesismo dovuto alle nostre lingue nazionali. Qui addirittura lo sento pronunciare con un accento sull’ultima “i”, Banskì, alla francese.

    A livello di logica mi verrebbe da pensare che l’errore è comune a noi italofoni e probabilmente a lingue di derivazione latina, perchè nella nostra grammatica è molto più comune SCH rispetto a CS. L’abbinamento del suono “K” prima della “S” è sicuramente più tipico nelle lingue balcane, russe, o anglosassoni.

    Seconda cosa, sempre derivante dalle abitudini linguistiche, è la divisione della parola in sillabe. BAN SKY rispetto a BANK SY è molto più vicina alla nostra grammatica ed oltretutto più scorrevole.

    Io non ho mai pronunciato male la parola perchè ci leggo dentro BANK (banca), ma devo dire che quando noto l’errore devo rileggere più volte per essere certo che sia effettivamente sbagliata. Direi che la colpa di tutto sta negli automatismi del nostro cervello abituato a determinate cose.

    Mi fa venire in mente questo:
    “Secnodo un pfrosseore dlel’Unviesrita’ di Cmabrdige,
    non imorpta in che oridne apapaino le letetre in una paolra,
    l’uinca csoa imnorptate e’ che la pimra e la ulimta letetra
    sinao nel ptoso gituso. Il riustlato puo’ serbmare mloto
    cnofsuo e noonstatne ttuto si puo’ legerge sezna mloti
    prleobmi. Qesuto si dvee al ftato che la mtene uanma non
    lgege ongi ltetera una ad una, ma la paolra nel suo isineme.
    Cuorsio, no? Slauti.”

  25. Disma says:

    non sapevo che l’affair Banksy avesse anche implicazioni internazionali, né che in Svizzera ci mettessero addirittura l’accento sulla i! Povero Banksy, secondo me ha fatto una scelta ponderata per incasinare la gente ;)

  26. Haha, beh conoscendone l’indone non ci sarebbe da stupirsi!

  27. Marco Rucco says:

    Perchè nel caso di esse dopo la k tendiamo a mettere x (ics)…sarebbe banxy o banxi o boh…mi sembra questo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.