Disma Rotating Header Image

Quando ti accorgi che ormai sei vecchio

Che ieri hanno sgomberato una casa occupata a Milano, o un Centro Sociale, mica ho capito e io prima che lo sgomberavano manco sapevo che esisteva quel posto lì. Una volta queste cose qui le sapevo tutte, conoscevo tutti, adesso conosco solo le rughe che scandiscono il passare del tempo. Mi piace molto questa frase delle rughe.

Condividi please

3 Comments

  1. Dario says:

    Ma sai che ho avuto la stessa sensazione, però più che vecchio mi viene da dire fuori dal mondo (quel mondo) o peggio ancora “moderato”
    Anche perchè poi ci passo tutti i giorni li davanti, e ieri tornando dal lavoro vedere tutte ste camionette mi ha fatto impressione
    Stamattina ho cercato notizie e ho trovato che era stato già sgomberato a febbraio 2009 (http://lombardia.indymedia.org/node/13480)

    Per tenerti aggiornato adesso hanno occupato un nuovo spazio in via savona 18, questo il comunicato di stamattina

    gli occupanti
    Diario di bordo giorno uno.
    Coordinate: zona Tortona, arcipelago della contraddizione.
    Rotta: verso il bottino piu’ ricco.
    Andatura: cosante e sempre in aumento.
    Sedici giugno 2010, il calendario della governabilità temporale subisce la realtà del nostro gioioso contrattacco.
    Dopo essere stati sgomberati da Ripa83, è stato deciso insieme ai nostri cari compagni e altra gente solidale che gli sbirri non avrebbero potuto piu’ contare sulla paura. L’avremmo finita con il ricorrente gusto estetico milanese della sconfitta.
    Un presidio divenuto corteo, un’autocombustione della noia, la spontaneità selvaggia ma determinata alla vittoria.
    Questo è stata l’occupazione del nuovo stabile in via Savona 18.
    Abbiamo resistito a una notte difficile, scesa tra le cariche della celere sotto alle nostre persiane socchiuse, con i disagi soliti delle occupazioni alla prima ora, l’impossibilità di poter aiutare i nostri compagni.
    Abbiamo anche esitato per un attimo.
    Ma CAZZO! Quanto è piacevole sentirsi vivi! Rendersi conto che tutto è possibile, ancora.
    E se la paura è una delle armi della polizia il coraggio è solo dalla nostra.

    Gli occupanti

    vi aspettiamo stasera dalle ore 20 per assemblea di presentazione dello spazio

    a seguire festa

  2. Disma says:

    oi, grazie per l’aggiornamento…
    Ps allora non sono l’unico che non lo sapeva!

  3. ossipossi says:

    qualcosa non è cambiato, scrivono sempre di un bene, ma di un bene… poi quei volantini un po’ malfatti ma apposta, neri ma sempre con un po’ di rosso, dall’espressionismo al punk, roba che sbirri preti e negozianti dovrebbero andare a scuola e muti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.