Disma Rotating Header Image

Bersani (non Samuele quell’altro) e Sanremo

Ok, il PD è arrivato tardi a determinare i candidati per le regionali, ma capita eh, mica nulla di male scegliere il candidato un mese e mezzo prima del voto, anzi, forse è meglio. Che sennò ci accusano di essere quelli che hanno in mente solo le elezioni. Chi c’è in lista, non lo sappiamo, ma mica è importante, che sennò poi ci accusano di avere in testa solo le poltrone. Le primare? Qua si fanno là si dimenticano, qui c’è il candidato scelto dal direttivo nazionale. Ma vabbé, non sarà mica un problema, no? Non ci sono mai state in tanti anni, eppure il PCI prendeva dei bei voti, eh! Penati, Penati parla di George Clooney. Dice che in Lombardia Formigoni ha sbagliato perché bisognava usare George Clooney per uno spot. Bhe, dai, insomma, forse non è un tema importante come quello dell’inquinamento, della sanità, della scuola, però… però diamo atto a Penati che comunque c’è, è presente. Bersani, il politico non Samuele, quello che è il capo del più grosso partito d’opposizione in Italia. Bersani, quel Bersani lì, adesso le male lingue diranno che dovrebbe parlare di giustizia, di riforme, di pericoli per la costituzione. Ma dico io, vogliamo lasciarli un po’ tranquilli questi del PD?! Non è che possono sempre stare lì a fare gli inzighini a rimestare nel torbido e a parlare di politica. Eccheccacchio. Siamo ad un mese e mezzo dalle elezioni, se Bersani vuole parlare di Morgan, crack e Sanremo sarà libero di parlare di quello. O no? Mica che le si devono vincere per forza ‘ste elezioni.

Condividi please

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.