Disma Rotating Header Image

I grandi capolavori d’arte contemporanea di Disma.biz #3

quadro3

Titolo: Gemme e soppalco – Tecnica: Digitale su digitale – Autore: Disma Pestalozza

Tribale, nervosa, primitiva. Mancano quasi le parole per definire la nuova opera del Maestro. Non lascia nulla di intentato in questo suo nuovo lavoro, filtra il reale, mastica il mondo, lo sputa, lo rimastica, lo risputa e lo fa suo in una sorta di digestione primordiale che riprende in mano con vigore la vera essenza del sentire e dell’essere.

Graffia, scuote, non ha paura di sventrare l’aspetto più intimo e profondo del vivere come uomo-donna-animale. Millenni di glorificazione del nulla trasposti su tela in modo magistrale. Tutto ciò che è e tutto ciò che non vuole. La casa, il rifugio, l’arte, la natura, la famiglia, financo la modernità che prende vita con un’icona pop stilizzata, mal ridotta, denutrita e malata. Mickey Mouse, sì! Ma ridotto all’osso dal mal di vivere, dalla noia, dall’opulenza, dalla vita stessa.

Disagio. Non ci si può non sentire a disagio osservando attentamente questo lavoro che vuole infrangere qualsiasi barriera temporale e culturale, un’opera iconoclasta capace di frantumare ma al tempo stesso di costruire un nuovo percorso. Un occhio che osserva, che vibra, che si trasfigura dalla vitalità del giallo alla cancrena del nero, dalla simbologia urbana all’antica rappresentazione della natura. Tragico, sublime. Glorioso. Un’ode alla vita e un inno alla morte.

Condividi please

5 Comments

  1. al1 says:

    a me questa deriva alla basquiat, emersa in nuce nell'opera numero 2 ed ora esplosa in tutto il suo stereotipo cialtronesco, mi fa cagare

  2. Disma says:

    Venne detto, in tempi non sospetti, che dal quadro2.jpg nulla sarebbe più stato come prima. O lo ami, o lo odi. Il Maestro non può suscitare altri sentimenti o mezze misure. L'odio alimenta il suo estro creativo inossidabile. L'amore lo egotizza rendendolo ancor più produttivo.

  3. Dario says:

    A me pare che l'opera d'arte più che il disegno sia la recensione del Maestro critico d'arte.

    Nonostante il conflitto di interessi, che in questo caso, è constuens al pari del conflitto sociale.

  4. Disma says:

    gloria a te!

  5. […] il burrascoso e controverso periodo ‘del graffio‘, il Gauguin italiano torna sui suoi passi riabbracciando la perfezione assoluta della forma […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.