Disma Rotating Header Image

Eataly

eataly1

Se ci sono due robe che uno dice “Cazzo, certo che vale proprio la pena vivere”, sono il cibo e le birre. Al plurale, perché una non conta un cazzo. Dunque, se c’è un posto in cui sono concentrati cibo e le birre, per me tutto su. Nel senso bene che c’è. Benone. Poi se le robe sono buone, meglio ancora, anzi benonone. In Italia non siamo abituati al concetto di mangiare bene nei centri commerciali, ossia non siamo abituati a luoghi che contengono tanti ristoranti, tutti di qualità. Di solito là dove in un edificio c’è concentrazione di ristoranti, troviamo locali a tema di infimo livello, tipo Il Sombrero-Cucina Tex-Mex o RausRaus-Cucina bavarese. Sono arredati con l’utilizzo di robe tipo maracas nel primo caso e grossi wurstel al posto delle sedie nel secondo. Cibo pessimo e clientela in tuta che si lancia cose da un tavolo all’altro esultando per i gol del Milan. Qualora non siano in corso partite si svolgono tavole rotonde su fatti del passato, tipo il furto del Milan con l’Atalanta nell’89/90 o cose così. Lo dice uno che lotta da anni perché gli venga consentito di indossare la tuta tutti i giorni, lo dico da dentro, apprezzando quel tipo di squallore senza se e senza ma.

Eataly è molto lontano da tutto questo. È un enorme supermercato di cibo di alto livello, al cui interno ci sono anche tanti punti ristoro di qualità. Prezzi ok, sapore non lo so, non l’ho provato, c’era troppa gente. La concezione di “centro commerciale del cibo” in Italia è roba nuova, credo però la società civile sia pronta. Io lo sono di certo, non vedevo l’ora di strafogarmi, solo che c’era troppa gente, i primi giorni sono sempre così. Non amo mangiare in mezzo al casino, aspetterò un paio di settimane.

Comunque, detto questo, detto che Eataly mi piace e che ci tornerò il prima possibile per mangiare. Detto che è fico. A chi cazzo è venuta in mente l’idea di attaccare quelle due orribili insegne a fianco dell’ingresso?! Non solo sono brutte, sembrano prese in prestito da un supermercato di periferia. Sono pure appese male. Troppo in alto, poco visibili, completamente senza senso, sbiadite. Sono anche sproporzionate rispetto al muro e agli spazi intorno. Ma scusa, fai tutta la cosa figa e poi la prima roba che uno vede arrivando sono due insegne che sembrano attaccate a caso? Boh. Io mica lo so come gli è venuto in mente.

eataly2

Condividi please

7 Comments

  1. halifax says:

    “uno che lotta da anni perché gli venga consentito di indossare la tuta tutti i giorni”
    un’altra lotta di civiltà da disma.biz che è giusto condividere. + diritti / – parrucconi!

  2. Disma says:

    Abbasso la Ka$ta !!1!

  3. halifax says:

    solo Laetitia come Casta resterà!

  4. alberto says:

    fantastica la descrizione dei posti in cui si mangia nei centri commerciali! arredamento kitch e avventori improponibili. io ho cenato due volte all’old wild west al bicocca village. hamburger rancidi e noccioline posse…..una bella esperienza

  5. Disma says:

    grandi le noccioline nel bidone da venti litri

  6. alberto says:

    peccato che poi ti si ripropongano per tutta la notte….l’unico modo per digerirle è giocare 2 ore di fila all’air hockey nella sala giochi a fianco

  7. Andrea says:

    Ammé Eataly sta sul cazzo ma solo perché mi sta antipatico Farinetti. Probabilmente vedendo la scelta di birre che hanno potrei ricredermi. Su Eataly.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.