Disma Rotating Header Image

La Russa e Rifondazione nel centro commerciale di Tokyo

Cazzo, chi l’avrebbe mai detto. L’altro giorno ero in un posto dove all’interno c’è la ricostruzione di una ‘tipica’ cittadina italiana e tra le altre cose c’è pure un corridoio che riprende una tipica via cittadina con tag sui muri e manifesti. E cazzo, mi stavo per sentire male, il primo che mi è capitato davanti era un coso con su Valeria Marini che copriva parzialmente un manifesto di Ignazio La Russa. Stavo per scoppiare a ridere. Poi mi sono messo a guardare gli altri manifesti ed era una fantastica composizione evidentemente ispirata alla Zona 5 di Milano, dato che erano tutte cose tipo “dibattito alla sede di Rifondazione Comunista di Zona 5”, oppure il Comune in Zona 5: incontro per aiutare i cittadini a capire come risparmiare sulle bollette e via dicendo. C’erano pure manifestini di un gatto che era scappato di casa e altre cose così. Il più bello un manifesto di Cuore con battuta su Berlusconi che non ricordo. Tutto quanto era datato primi anni ’90, tipo ’92-’93. Pensare al dibattito di Zona 5 di Rifondazione finito dentro un centro commerciale giapponese mi ha dato una sensazione di non-sense assoluto. Merda, chi cazzo l’avrebbe mai detto che così di punto in bianco mi sarebbe apparso La Russa, sbattuto in faccia senza il minimo preavviso. Ho ancora i brividi.

Condividi please

30 Comments

  1. Stefano says:

    Possibilita’:
    – stavi sognando;
    – eri in un film;
    – i centri commerciali giapponesi sperimentano droghe che fanno vivere sogni cinefili surrealisti;
    – tutte le cose sopra unite a: “e’ tutto vero”.

  2. Disma says:

    magari.. no oltre tutto c’era pure il numero di telefono della tizia che cercava il gatto, un vecchio 0338….

  3. ManU says:

    A me la cosa che mette i brividi è che quello che rimane di Rifondazione comunista sia finito dentro una ricostruzione surrealista…

  4. Disma says:

    beh, nei primi ’90 rifondazione aveva il suo perché, adesso è una roba imbarazzante.

  5. Lorenzo says:

    un’esmperienza ai limiti del paranormale…

  6. Alberto says:

    Beh, ma scusa, qui urge una foto, assolutamente!

  7. Disma says:

    @Alberto la volevo fare, il problema è che quel cellulare di merda si scarica nel giro di 4 ore ed era scarico. La prossima volta scavalco linea di confine e provo a prendere un iPhone che mi dà l’idea che duri di più dei sottilissimi Android
    @Lorenzo decisamente ai limiti!

  8. Mikis says:

    Trovarsi di fronte a La Russa dopo avere messo una decimigliaia di chilometri è davvero traumatizzante.
    Bella comunque l’idea della ricostruzione -così realistica- di luoghi dove probabilmente uno non andrà mai.
    Urge foto

  9. iole says:

    “La prossima volta scavalco linea di confine e provo a prendere un iPhone che mi dà l’idea che duri di più dei sottilissimi Android”

    NO.
    Purtroppo no. E per gli android occhio a chiudere sul serio le App quando non le usi più. Se esci e basta restano in background e ti massacrano la batteria.
    E poi GPS spento se non hai necessità del navigatore in quel momento e al limite anche Wi-Fi spento se sei fuori dal raggio d’azione.

    E comunque hai una reflex fichissima e non la usi mai :-D (Yaz Yaz Yaz).

    Ah, per fotografare uno 0338 e un dibattito di rifondazione ci vorrebbe una macchina a pellicola. Magari una Zenit russa degli anni ’60. Un po’ di coerenza, checcazzo!

  10. Disma says:

    ma no! La uso la reflex, però solo quando so che vado da qualche parte che c’è da fotografare, minchia portatsela dietro è una vera sbatta :D Ho centinaia di foto da mettere su flickr ma non ho mai voglia di passarle a photoshop :)
    Cmq wi-fi 100% sempre spento perché non mi serve GPS lo accendo solo se serve e le app le killa tutte quando il telefono va in standby seconod settaggio. No, è davvero una roba che non capisco, i miei amici con iPhone alla sera hanno sempre la loro bella 50% di carica io sto sempre col telefono che muore alle 16 del pomeriggio…. forse uso troppo il 3G per le cazzate, ma mica poi così tanto…

  11. Bau says:

    Scusa se mi intrometto, ma non è che hai la batteria tarocca? Di solito le batterie non originali sono quelle che durano poco

  12. Disma says:

    no no, originalissima, forselo uso troppo per giocare nei lunghi spostamenti in treno…

  13. alberto (2 a questo punto) says:

    il mio motorola da 19 euro di batteria dura una decina di giorni..

  14. Disma says:

    sì, quei telefoni lì durano un botto, solo che non hai dentro il mondo. L’ideale è affiancarne uno di quelli lì con uno di questi qui

  15. alberto (2 a questo punto) says:

    come, dentro c’è tutto! rubrica, sms e telefonate….
    certo che beccarsi la russa anche in giappone deve essere stato proprio brutto

  16. Alessio says:

    Ma il centro commerciale è quello a Odaiba?

  17. Disma says:

    no, è a Ikebukuro! Dentro un amusment park Namja Town

  18. halifax says:

    hai abbassato la luminosità dello schermo?

  19. Disma says:

    eh? mi sono perso

  20. halifax says:

    tipo che se abbassi la luminosità dello schermo dello smph dura di più la batteria

  21. Disma says:

    ahhhh pensavo a LA Russa :D

  22. halifax says:

    la Russa :)

  23. halifax says:

    a proposito non so che modello tu abbia ma so che ci sono app. apposite per migliorare la durata della batteria soprattutto su alcuni modelli che presentavano sti problemi. prova a cercare.

  24. Disma says:

    forse uso troppo l’upload di instagram,,,,

  25. Disma says:

    io avevo un app per Tricoder, ma non so se è la stessa che mi indichi tu, quella che mi indichi sembra essere proprio un mod per Android, solo che il cell giapponese non mi sono studiato come sbloccarlo ancora!

  26. halifax says:

    qui c’è una descrizione della simpatica cosa

  27. Disma says:

    ah sì sì è la stessa! Ce l’avevo sul vecchio cell :D fantastica. Ieri in compenso ho messo il Live Wallpaper con la RED ALERT che può diventare yellow and green, e poi tutte altre cose che però ci sono solo con la versione a pagamento

  28. halifax says:

    molto bello red a.

  29. […] il poster di La Russa e Rifondazione in un centro commerciale, non poteva mancare il manifesto del presidio “Occupy Piazza […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.