Disma Rotating Header Image

[Video] In bici tra le strade di Tokyo

In puro stile sovietico, un noioso e lungo video con telecamera a mano e montaggio minimale. L’appassionato cortometraggio girato da un regista dai dubbi trascorsi, ritrae le strade di una zona residenziale di Tokyo a pochi minuti da Shibuya e dal casino metropolitano. Da sottolineare, per chi non è avvezzo all’urbanistica tokyota, che questo tipo di silenziosi e tranquilli quartieri residenziali si trovano ovunque all’interno della grande e incasinata metropoli, basta allontanarsi qualche minuto dalla stazione della metropolitana più vicina e infilarsi nelle vie residenziali. Case basse, strade strette e silenzio.

Condividi please

11 Comments

  1. sirdic says:

    volevo farlo anch’io un video cosi’, ma anticipandomi mi hai fatto capire che verrebbe moooolto mosso..ahaha
    Questi ramen pero’ dobbiamo andare a mangiarceli un giorno!

  2. H-BES says:

    Hai ripreso ad andare in bici noncurante delle salite?

    Occhio a non bucare, altrimenti come sai son soldoni :) (magari sono le strade di odaiba sabotate con i vetri, gira solo attorno a casa e sei salvo)

    Saluti
    r.

  3. arisio says:

    A te la Bigelow di The Hurt Locker ti fa un baffo……

    A.

  4. Disma says:

    @h-bes ho pensato a te un paio di volte nei punti perigliosi
    beh, era un primo esperimento, tra l’altro con telefono in mano… :D Ho capito come migliorare. E comunque con la dedica finale, non so se ci siete arrivati, mi paro il culo e lo rendo un film degno di una messa in onda a Fuori Orario.
    @SirDic Quando vuoi!

  5. Mikis says:

    Direi che il “puro stile sovietico” raggiunge il suo apice nel rumore della bicicletta che rallenta: il clic-clac a sfumare ci riporta alla teoria degli stimoli ben sviluppata dall’immortale maestro Sergej Michajlovic Ejzenštejn. Un documento che resterà !

  6. Disma says:

    vero? anche a me piace da morire. Ma hai notato la scena in cui rischio di investire dei mocciosi e loro scappano? Ricorda decisamente la carrozzina della Corazzata Potemkin

  7. Luca says:

    “Stile sovietico” e “montaggio minimale” insieme proprio non ci stanno per niente.

  8. G. says:

    ma davvero qualcuno l’ha visto tutto??
    :) ciao disma!

  9. Disma says:

    Non comprendo e non raccolgo, certo che lo hanno visto tutto

  10. coso says:

    Da notare lo sbuffo autorale a 00.51 che rappresenta la fatica dell’uomo
    che combatte gli attriti della fisica e che rimanda ad una rivisitazione contemporanea del supplizio di Sisifo ;)

  11. Disma says:

    ahahah si nota eh lo sbuffo? E pensa che era finto! Tutto pensato per il film!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.