Disma Rotating Header Image

I residenti in rivolta

Cito dal Corriere.it. “Si teme che l’opera – tre edifici, due da sei piani e uno da nove con attico – oltre a distruggere il giardino presente e spazzare via gli alberi ad alto fusto, insista nel quartiere snaturandolo. Insomma, una sorta di ecomostro. Il residente ospiterà 208 minialloggi per studenti e il progetto prevede l’apertura delle zone a servizio, biblioteca, palestra, una piazza verde, alla città.”

C’ha proprio tutte le caratteristiche dell’ecomostro. Due palazzine di sei piani e una di nove che ospitano studenti e offrono servizi al quartiere. Mi piace molto anche il virgolettato del sottotitolo “«Un ecomostro, rovinerà il quartiere»” (belle le doppie virgolette, citazione della citazione). Già, perché adesso Via Einstein è famosa per la sua bellezza. Diciamocelo, con tutti il rispetto del caso per chi ci abita, è un posto di merda come tanti tra i palazzoni a schiera di via Tertulliano e via Tito Livio, dove tutto sommato non c’è nulla di nulla. Non mi sembra proprio una brutta idea inserire un convitto di giovani e un paio di servizi. Adesso, tanto per farci un’idea di com’è Via Einstein metto qua sotto un screen shot. Il convitto andrebbe al posto della scuola dismessa.
Poi boh, magari non conosco la vicenda nel profondo e ci sono aspetti di cui non ho tenuto conto, ma per le informazioni che ho mi sembra la solita rivolta degli abitanti del quartiere, che se una roba è lì da cinquant’anni pensano che ci debba restare per il resto della loro vita e magari anche oltre.
Ecco la bella Vie Einstein, che verrebbe rovinata da due palazzine di sei piani e una di nove.

Condividi please

5 Comments

  1. coso says:

    Gli echi della rivolta rieccheggiano per tutta la città ;)

  2. Bergamo says:

    Pensavo che i residenti in rivolta fossero quelli che, vivendo in Giappone, non possono partecipare ai concorsi…….

  3. arisio says:

    Se va bene la vecchia scuola da abbattere e’ pure è pure piena di amianto quindi e’ un favore, se fatto bene, toglierla dai piedi…..

    A.

  4. Disma says:

    si, ha proprio l’aria di essere stata costruita in quel periodo in cui l’amianto andava via come il pane

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.