Disma Rotating Header Image

Lo scoob su Grillo di corriere.it

A volte mi fanno morire quelli del Corriere.it. Oggi c’è questo pezzo che racconta di come sul sito di Grillo, che come ben sapete non è esattamente uno di cui prenderei le difese, sia apparso un bannerino di Forza Nuova. Quindi prima viene data la notizia, poi il pezzo racconta come a Roberto Fiore piacca Grillo, ma come quest’ultimo abbia preso le distanza. Infine, il colpo di teatro: “Sarà quindi stata una svista? È vero che la pagina a cui rimanda la locandina di Forza Nuova, è gestita da «tze tze», una sorta di aggregatore di notizie che le sceglie in automatico…”. Eh? No scusa, cosa?. E’ una roba random? Funziona tipo gli ads di Google? Quindi? La notizia dov’è? Sul mio blog quando avevo gli ads di google c’era spesso una pubblicità della Madonna, nel senso proprio di quella che ha concepito issignoreiddio. Per la precisione della Madonna di Madjugorie e dei suoi anelli magici, o qualcosa del genere.

Mi hai fatto leggere circa venticinque righe per presentarmi una notizia e farmi annusare possibili connessioni tra il Movimento a Cinque Stelle e Forza Nuova e poi alla fine mi dici (come per altro sospettavo dall’inizio…) che il coso è un bannerino random? E poi mi chiudi il pezzo dicendo, un po’ per giustificare il fatto che mi sono letto tutto l’articolo, ” La redazione del blog dovrebbe controllare anche i contenuti da fonti esterne. Intanto il programma della manifestazione di Forza Nuova a Bari si può leggere sul blog più visitato d’Italia, cioè quello di Grillo.“.

In ogni caso la colpa è mia. Mentre facevo lo screenshot che vedete qua sopra mi sono accorto che come in certi contratti, in alto c’era una scritta un po’ defilata, “Il banner è gestito da un servizio esterno“.

Condividi please

5 Comments

  1. mattia says:

    A me più che altro sembra stonare il fatto che abbiano pubblicità sul sito. Voglio dire, ormai non è più il blog di un comico che monetizza la visibilità coi bannerini, è il sito di un movimento politico, che di suo non dovrebbe avere come scopo fare cassa con la pubblicità. Che sia random o meno: un partito dovrebbe fingere di essere indipendente dai finanziatori, almeno fingere.

  2. Disma says:

    Non è pubblicita’ sono ‘notizie random scelte da un aggregatore, mi sembra di capire.

  3. Cthulhu fatwato says:

    Si, però i bannerini pubblcitari compaiono comunque. Ho provato ad andarci adesso ed è comparsa la pubblicità del lettore ebook Kindle.

  4. Disma says:

    ah sì? Comunque io ce l’avevo con il corriere, era una cosa sul giornalismo, però ce l’ho anche con Grillo, quindi va bene :D

  5. halifax says:

    i partiti già lo fanno: fingono di non prendere soldi pubblici chiamandoli rimborsi elettorali che vengono erogati pro quota ai partiti in base al risultato elettorale. cioè non è un rimborso manco per un ….

    ho visto un video di grillo col kindol in mano che diceva che doveva sostituire i libri di testo scolastico

    e una bambola gonfiabile che doveva sostituire i proffi (fonte corriere.it)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.