Disma Rotating Header Image

Portatili vs desktop

Ho acquistato il mio primo portatile, escludendo il netbook asus, e mi è arrivata conferma di una roba che sostengo da sempre. I portatili fanno cagare e i desktop dall’alto delle loro tower li guardano, appunto, dall’alto in basso a ragione. Vabbé è una considerazione che ho fatta mia tanti anni or sono e non ne avevo mai comprato uno, ora che ne sono degno possessore mi do una riconferma: desktop rulez. Il mondo dei portatili mi è avverso come quello del filo interdentale, del gilet o dei portafogli. Inutili orpelli buoni solo per gente che non conosce le cose della vita.

Condividi please

9 Comments

  1. mattia says:

    Che discorsi, Disma.
    Dipende da cosa ci fai con quella macchina.
    Ovvio che una simulazione FEM non la faccio con un portatile.
    Ma se devo anche solo scrivere un testo mentre sono alla lavanderia a gettoni mica mi posso portare a dietro un desktop.
    Poi dipende molto dal portatile a cui ti riferisci. Col “mio” mecbuc pro faccio montaggi video con fluidità che farebbe cadere la mandibola a tanti desktop.

  2. Disma says:

    ma no, uno deve essere nella condizione di non dover mai aver bisogno di un portatile e cchecazzo, bisognerebbe inventare elle borse porta desktop, che tanto rispetto a un 17 mica pesano tanto di più…. e poi la tastiera, ma quanto è scomoda la tastiera di un portatile

  3. mattia says:

    per la tastiera è questione di abitudine. Mi abituai alla tastiera di un netbuc, fa’ un po’ te.
    Comunque, cosa hai preso?

  4. federipod says:

    Disma, buon anno, mi sembri un ragazzo inteligente, prenditi un mac, anche portatile, ti verranno le vertigini da quanto guarda in alto quello li’ (il mac).

  5. Disma says:

    no no no mi sta sulle palle il mac, tutto itunes, tutto proprietario, tutto stiloso, tutto che sembra una religione, no no e no, never

  6. mattia says:

    Sì, ma Mac non significa solo iTunes! Un Mac è innanzitutto una macchina potente che ti consente di lavorare con facilità. Vuoi una cosa e lui la fa. Facile, no?
    Se il tuo scopo è lavorare e produrre non c’è niente di più efficiente.
    Delle volte vale la pena di passare sopra le cose ideologiche. Tra un Mac tutto chiuso che mi consente di lavorare senza perdere tempo a configurare l’ira di dio, e un Linux su cui perdo metà del mio tempo a installare pacchetti che immancabilmente fanno conflitti uno con l’altro, scelgo il Mac. E che si fotta la mentalità open source. Io devo lavorare.
    Si può essere Mac user senza essere Mac fan!

  7. Manuel says:

    Si può essere Mac user senza essere Mac fan!

    e per la musica, invece di iTunes ti consiglio COG http://it.wikipedia.org/wiki/Cog_(software)
    ritornando così all’open source

  8. Andrea says:

    Aaaaaaaiutoooo stanno invadendo anche disma.biiiiz aaaaahhhhhhh
    /me scappa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

FLAGGA QUI DI FIANCO SE VUOI CHE TI ARRIVI UNA FOTTUTA MAIL IN CASO QUALCUNO RISPONDA AL TUO STRAMALEDETTO COMMENTO. SE VUOI SOTTOSCRIVERE I COMMENTI SENZA MANCO SCRIVERE NIENTE CLICCA QUI.