Disma Rotating Header Image

blog

E alla fine non ne rimase nessuno

lobby-card-promozionale-del-film-dieci-piccoli-indiani-1945-150995

Già, dopo quaranta minuti di noiosissimo lavoro non ne rimane più nessuno, di quei dodicimilaeduecentotrentasei rompicoglioni di bot che si erano registrati al mio blog in, boh, quattro anni? Cinque? Non mi ricordo da quanti anni ci sono. Li ho spazzati via tutti. Loro e il loro spam di merda. Morissero. Anche i bot muoiono, se lo possono fare gli androidi, che per altro sognano pure, lo possono fare anche i bot. Spero di non aver spazzato via qualche umano e i suoi commenti. Se così fosse riscriveteli uguali, è un ordine. Comunque ho messo l’odiatissimo captcha e ora possono solo sukare, i bot dico. Non so come suki un bot, spero bene.

Condividi please

Senatori a vita a Grillo

senatori a vita

Certo che potrebbero pure aggiornare il banner sul blog di Grillo. No, ché io mica lo sapevo che la Montalcini è senatrice pure da morta.

Condividi please

Ahiahiahaiahi Miguelito!

C’è un blog sul Messico che magari vi interessa.

Condividi please

Distacco blogghico

Non so se dipende dal fatto che sono senza internet a casa, ma sto vivendo un forte distacco dalla cosa dello scrivere sul blog. E sì che ne ho di siti, tipo che ne ho registrati quattro. E niente, l’altro dì avevo in testa tutta una roba bellissima da scrivere, bellissima per me, poi niente. Non l’ho mica scritta. Mi è venuta a noia, sia la cosa che lo scrivere. A dire il vero non mi ricordo più cosa fosse. Questa notte ho sognato che con un amico eravamo stati sequestrati da una banda di malviventi molto cool, quel tipo di malviventi che usa le katane per capirci e i caricatori delle pistole li inserisce al volo. Poi tra i malviventi c’era pure una tipa decisamente hot che ci portava, in un negozio di abbigliamento all’interno del quale c’era un ponte di quelli fighi tutto acciaio, vetro, cavi e bla bla bla. Io ci camminavo sopra poi mi veniva una paura della Madonna. Vertigini. Poi è suonata la sveglia. Poi l’ho spenta e mi sono rimesso a dormire perché volevo sapere come andava a finire, ma mica l’ho ripreso quel sogno lì. E niente, una volta me lo sarei scritto subito sul blog, più che altro come esercizio di scrittura e per ricordarmelo. Adesso invece no, mi viene da scriverlo solo come esempio del fatto che non lo scrivo perché scrivo poco. Anche se poi l’ho scritto. Mi sono fottuto da solo con questo meta post.

Condividi please

Il vostro Web Guru preferito sostiene Muhlbauer

web guru
[elenco sostenitori della candidatura di Luciano Muhlbauer]

Ma la vera notizia è che finalmente il mio ruolo di Web Guru viene riconosciuto anche da altri e su altri siti, oltre che da me sul mio.

Condividi please

Il Comune blocca Disma.biz

Nel senso che i dipendenti non vi possono accedere. Sarà forse per i miei veementi attacchi all’ATM?! Sarà per le mie battaglie di libertà?! No, credo di essere stato messo a cazzo sulla black list da chi gli gestisce i server, forse per il punto-biz.
Devo verificare se anche dal wi-fi del Comune succede la stessa cosa. Intanto ringrazio la talpa per la delazione.
Chiudo con un urlo di disperazione e un filo di speranza: Liberate Disma.biz dalle catene della black list del Comune di Milano.

Condividi please

McAfee

Ma la state seguendo la vicenda sul blog di McAfee? Il tizio dell’antivirus. Io la trovo pazzesca. Non mi è chiaro tutto, mi sfuggono cose e non mi sono nemmeno letto tutti i post del blog, però sembra di assistere ad un film di spionaggio e pure di livello. Il post in cui racconta come, camuffato, ha assistito alle perquisizioni della polizia alla sua villa è sensazionale. Il problema è che non riesco a farmi un’idea di quanto ci sia di reale e quanto di romanzato. L’altra roba incredibile è quando racconta di aver nascosto microfoni e microcamere in cespugli, alberi etc etc. per tenere sotto controllo quello che succede. Per chi non lo sapesse, la polizia lo cerca perché un suo vicino di casa è stato ucciso e lui dice che lo vogliono incastrare.

Condividi please